Crea sito
content top

Le 60 ragazze tatuate più belle del mondo

Video prelevato dal profilo YouTube di Gianluca...

Read More

Meme ‘Nduja

Meme ‘Nduja

...

Read More

Dopo l’incontro con il sindaco la situazione a Vinco e Pavigliana…

Dopo l’incontro con il sindaco la situazione a Vinco e Pavigliana…

Durante l’incontro del 22 febbraio con il Sindaco Falcomatà a Vinco si è parlato per lo più della raccolta differenziata (tema principale previsto), ma si è anche parlato del problema perenne delle fognature, delle tubature idriche, e del tema delicato delle strade ormai impraticabili. Dopo un pò di normale confusione si è riusciti ad arrivare ai punti desiderati sottolineando la situazione tragicomica che viviamo soprattutto per via delle strade sconnesse, piene di buche e prive di qualsivoglia manutenzione. Sia il Sindaco Falcomatà sia gli assessori che lo accompagnavano hanno preso visione della situazione ed hanno ascoltato quello che avevamo da dire. Si è stabilito in primo luogo che data la voglia da parte degli abitanti di Vinco e Pavigliana di voler effettuare la raccolta differenziata, si provvederà al piu’ presto a fornirci dei cassonetti necessari per la raccolta porta a porta (ANCHE A VINCO SUPERIORE DOVE SIN ORA LA RACCOLTA NON è MAI STATA EFFETTUATA DATA L’IMPOSSIBILITA’ DI ACCESSO PER I MEZZI DI RACCOLTA E QUINDI LA MANCANZA DI CASSONETTI. DA NOTARE CHE COMUNQUE GLI ABITANTI DI VINCO SUPERIORE NONOSTANTE IL DISSERVIZIO SI VEDONO RECAPITARE LA BOLLETTA DELLA RACCOLTA RIFIUTI Ma sinceramente la priorità per noi tutti non era l’argomento della differenziata, bensì gli altri gravi problemi sopra citati…A tal proposito il Sindaco si è preso l’impegno di tappezzare come possibile le buche presenti su tutto il manto stradale nel tratto Cannavò – Vinco (nell’attesa che sia possibile utilizzare i fondi destinati alle nostre zone per il rifacimento completo e la cura delle nostre strade), e di prendere visione piu’ nello specifico della “situazione tubature” tramite adeguati sopralluoghi. Siamo anche stati informati che ci sono fondi da utilizzare per sistemare le strade Interpoderali e che seguendo l’iter necessario darà fatto anche questo. In conclusione effettivamente nei giorni immediatamente successivi alla visita del Sindaco le buche nel tratto Cannavò – Vinco sono state quasi tutte riparate, e sono stati aggiunti cassonetti per la raccolta differenziata accanto a quelli per l’indifferenziata in attesa del porta a porta. I tecnici per i sopracitati sopralluoghi sono venuti a dare un a prima occhiata alla situazione generale… Insomma sembra che le buone intenzioni ci siano, ci auguriamo che non sia un fuoco di paglia come sempre accaduto in passato.. NEL FRATTEMPO CI DOBBIAMO IMPEGNARE A EFFETTUARE LA DIFFERENZIATA DATO CHE ADESSO I CASSONETTI CI SONO, IN MODO DA SOTTOLINEARE CHE CI IMPEGNIAMO PER IL BENE DEI NOSTRI...

Read More

Tutti i tagli alla sanità di Renzi

Tutti i tagli alla sanità di Renzi

Di seguito vi posto un articolo pubblicato da “liberoquotidiano.it” nel quale sono elencati alcuni dei tagli messi in atto dal governo Renzi .( A mio avviso una vera e propria vergogna, una farsa) Il governo agirà con decreto per far approvare i tagli alla sanità annunciati dal commissario alla spending review Yoram Gutgeld domenica su Repubblica. Oggi in aula arriveranno misure da 2,3 miliardi di euro per il 2015 e altrettanti nei prossimi 2 anni, e non si esclude la fiducia perché la volontà di Palazzo Chigi è quella di blindare ogni provvedimento in cantiere in queste settimane e arrivare a tappe forzate all’annunciata “rivoluzione fiscale”. Il “super-ticket” su esami e visite – “Non saranno tagli lineari”, ha annunciato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ma di certo faranno male, soprattutto a medici e dirigenti sanitari che hanno già criticato apertamente il pacchetto. Taglio alle prestazioni specialistiche (visite, esami strumentali e di laboratorio) non necessarie. Di fatto, chi sarà fuori dalla lista di esami ammessi dovrà pagare di tasca propria, motivo per cui Costantino Troise, segretario di Anaao-Assomed (medici dirigenti) a Repubblica parla di un “super-ticket mascherato sulla sanità” e di “impoverimento del servizio pubblico”. Stretta sui ricoveri – Stretta anche sui ricoveri per riabilitazione, secondo la medesima filosofia: chi resta in degenza oltre le nuove soglie dovrà pagare in percentuale per ogni giorno in più, con controlli e penalizzazioni per medici e strutture. Stipendio tagliato ai medici – Pagheranno i pazienti e pagheranno anche gli stessi medici che prescrivono esami non necessari, la “medicina difensiva” di cui parlava anche Gutgeld e che evita contese legali con i pazienti. Chi esagera con gli esami, si vedrà lo stipendio tagliato. E anche qui la protesta dei medici è forte: “Chi lo decide se un esame non è necessario? – chiede polemicamente Troise – Un gruppo di tecnocrati? La strada è quella della legge di responsabilità professionale, che invece giace da anni in Parlamento”. Sanzioni agli ospedali in rosso – Gutgeld puntava il dito anche sugli ospedali con i bilanci poco trasparenti o in rosso, per cui saranno previste sanzioni. Inoltre, saranno razionalizzate le strutture: niente ricoveri nelle strutture convenzionate con meno di 40 posti letto e riduzione degli stipendi del personale. Centrale unica di acquisto – Il Ministero della Salute istituirà un osservatorio che monitori i prezzi dei dispositivi medici (con tetto alla spesa del 4,4%), primo passo per la famosa “centrale unica di acquisto” che permetterebbe di acquistare l’ormai proverbiale siringa allo stesso prezzo al Nord e al...

Read More

Pazzo sull’autobus

Read More
content top